Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

#Emergenzasocial – le PA e la comunicazione dei rischi

Tempo fa avevo scritto della necessità che le pubbliche amministrazioni facciano sistema per dare risposte immediate ed efficaci alle situazioni di rischio ed emergenza.
Da allora in Piemonte, come Consiglio regionale, abbiamo provato a lanciare un sasso nello stagno e coinvolgere diverse realtà del territorio interessate a vario titolo al tema.
Ci siamo accorti nel tempo che quando parliamo di comunicazione in emergenza facciamo ancora fatica a definire l’ambito e, soprattutto, non esistono standard e buone prassi consolidate.
Così abbiamo provato, insieme a Csi Piemonte e Centro Nexa Internet&Società a dotarci di uno strumento analitico, una guida sulle migliori esperienze in circolazione e su ciò che è stato scritto.
Ne sta venendo fuori una bella ricerca prodotta da Giovanni Arata e Luca Zanelli, che oggi pubblicano il documento preparatorio.
Come si legge, vogliamo dare una risposta “alla domanda: come possono le istituzioni preposte alla comunicazione d’emergenza dialogare con i volontari digitali, organizzarli e piegare le loro azioni al migliore svolgimento della propria missione istituzionale?”.
È quello che da oggi proponiamo alle realtà pubbliche e non del Piemonte, dalla posizione di un’amministrazione che ha tutte le rigidità tipiche e vive la condizione di “fratello minore” della Regione, ma che in questi anni ha provato ad avere uno sguardo nuovo sulle politiche pubbliche, sulla comunicazione, sul potenziale di rottura portato dal digitale all’interno della Pa.
Sarà dura. Ma entusiasmante, di certo.